Favole

La piccola principessa ed il suo gattino Punto

C ‘era una volta…. una piccola e bellissima principessa che si chiamava Sofia.

Tutti nel castello, dove c’era un’principessa1 enorme parco con tanti fiori di tutti i tipi, colorati e tante altalene, le volevano un gran bene, perché lei donava il cuore a tutti. Un giorno, però, Salvo un uomo della servitù fece senza volere, scappare il suo gattino Punto. E…bambini, potete immaginare la piccola Sofia quanto triste fosse.

Salvo che si sentiva un po’  in colpa, parlò con gli altri ed escogitarono un piano: un giorno al rientro da scuola, la cuoca Nina, avrebbe trbimbiattenuto in cucina la piccola Sofia così Salvo preparava la sorpresa ed ecco che al suono della campanella Sofia corse nel salone e… Tutti i suoi amichetti  Pietro, Fausto, Joele, Giacomo, Dider, Amir, Martino, Giulia, Mariella, Serena, Antonella… insomma c’erano tantissimi bambini per coccolarla. Dopo aver mangiato la torta della cuoca Nina tutti andarono nel parco  a giocare ma ecco che sentirono un flebile miagolio e stando zitti si presero per mano e si diressero dalla parte dove avevano sentito il miagolio e si sedettero per terra in cerchio ad attendere cosa accadesse.

fatina
Da una piantina sbucò fuori la fatina Eleonora con il suo bel vestito azzurro e la sua cara bacchetta magica . E la fatina disse loro:

 

“Bambini ripetete con me!  micino  Punto salta fuori che la tua padroncina è triste e noi non sappiamo più come consolarla!”

Una, due, tre volte, ma il micino non voleva venire fuori, eppure il miagolio tutti l’avevano sentito.

Ed ecco che alcuni amichetti di Sofia videro muovere una scatola di scarpe e stupiti si chiesero tra loro:

“Mica camminano le scatole?”

La fatina che era accanto a loro disse:

“Bambini aprite pianino la scatola”.

I bambini incuriositi aprirono la scatola con tanta cura e trovarono Punto il micino della loro amica principessa.

gattinoLa fatina con la sua bacchetta magica era riuscita a far ritornare il micino e tutti furono felici e la principessa Sofia non si staccò mai più da Punto ed anche la servitù a palazzo era felice perché la loro principessa era sempre sorridente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *